Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Calcio giovanile

Uno-due del Cuneo, Acqui Juniores al tappeto

In tre minuti appena dopo la mezz'ora del primo tempo il Cuneo decide la gara: a segno Stendardo ed Ottobre. Nell'Acqui Juniores esordio di Dal Moro

CALCIO GIOVANILE - L'Acqui ci mette il cuore, il Cuneo però usa la testa. E porta a casa bottino pieno, conquistando all'Ottolenghi tre punti pesantissimi per gli equilibri del campionato. C'era molta attesa per il confronto fra due delle formazioni Juniores più attrezzate del girone, e la gara non ha deluso le attese, proponendo al pubblico una partita ricca di buone trame di gioco e uno spettacolo gradevole, reso ancora più godibile da un clima primaverile, col termometro vicino alla soglia dei venti gradi.

Le cose più interessanti si sono viste nella prima mezzora di gioco: il Cuneo, schierato col 4-3-3 con le linee di gioco chiaramente orientate verso le due estreme, parte meglio, e già al 5' va vicinissimo al gol: geniale apertura di Novara, che sorprende la difesa acquese troppo alta e serve nello spazio Ottobre il quale, rapidissimo, si presenta a tu per tu con Rovera. Quando il portiere acquese gli esce contro al limite dell'area, lo scavalca con un tocco sotto, ma sul pallone destinato in gol Di Vincenzo trova un disperato recupero e salva in extremis.

L'Acqui, in campo con il suo classico 3-5-2 in cui spicca la presenza del nuovo acquisto Dal Moro, prova a prendere in mano la partita, costruendo anche due palle gol interessanti, entrambe con Troni, che prima, su calcio d'angolo, svetta altissimo sul secondo palo, ma vede il suo colpo di testa infrangersi sulla nuca di un avversario e quindi, al 18, vince un contrasto sulla trequarti e si presenta a tu per tu con Mirandola, che però gli chiude lo specchio in uscita.

La partita si decide improvvisamente, intorno alla mezzora. L'Acqui perde per un attimo le distanze nel suo settore difensivo di sinistra, e questo gli costa, nel giro di tre minuti, ben due reti. La prima al 32', quando sugli sviluppi di un'azione manovrata Sobrero crossa radente sul primo palo. Novara si coordina come per calciare, ma lascia invece palla, liberando al tiro Stendardo, bravo a seguire l'azione 'a rimorchio', per il facile 1-0. Passano due minuti e un'altra discesa, stavolta di Scaglia, si conclude con un altro cross radente sul primo palo: stavolta a chiudere sul pallone è Ottobre, che con una conclusione di grande tecnica trova lo spiraglio per raddoppiare.

Manca ancora un'ora circa di gioco, ma la partita è già segnata. Dopo un finale di primo tempo senza sussulti, l'Acqui prova una reazione nella ripresa, gettando il cuore oltre l'ostacolo. Ma gli acquesi, pur alzando il baricentro e portandosi stabilmente nella metà campo biancorossa, non troveranno mai lo spiraglio per andare al tiro negli ultimi sedici metri. La difesa molto alta, viceversa, è un invito a nozze per i contropiede del Cuneo, che fallisce almeno tre volte il possibile 3-0: al 32' con Stendardo, che liberato al tiro da Novara calcia debolmente, poi al 37', con Ottobre, che si conferma incontenibile in dribbling, ma che chiude troppo il diagonale dalla destra, e quindi al 38' con Novara, che a tu per tu con Rovera calcia addosso all'estremo difensore. I tre punti però non cambiano indirizzo: alla fine è il Cuneo a gioire, e la vittoria è un giusto premio per una squadra quadrata, che ha nel tridente offensivo il suo vero valore aggiunto.


ACQUI-CUNEO 0-2
Reti: pt 32' Stendardo, 35' Ottobre

Acqui (3-5-2):
Rovera 6.5; Di Vincenzo 6, Martinetti 5.5, Ashta 5.5; E.H.Benabid 5, Vecchiè 5.5, Del Moro 6, Mecca 5 (3'st Porazza 6), Pizzo 5 (10'st Menescalco 6); Cangemi 5, Troni 6.5 (3'st Bonfiglio 6). A disp.: L.Benabid, Acossi, Viscomi, Vitale, Montorro, Larocca. All.: Ravizzoni

Cuneo (4-3-3):
Mirandola 6.5; Konatè 5.5 (32'pt Della Battista 6), Quattrocchi 6, Garello 6, Scaglia 6.5 (24'st Bertolotto 6); Stendardo 6.5, Mascarello 6, Blua 6 (10'st Zidane 6); Sobrero 6.5, Novara 6.5, Ottobre 7. A disp.: Dovico, Bogliandi, Licciardi. All.: Sappa

Arbitro: Rodio di Genova 6.5 (Moncalvo e Sidane di Novi Ligure)

NOTE: Giornata calda, quasi primaverile, spettatori 40 circa. Angoli: 5-5. Ammoniti: Ashta, E.H.Benabid, Sobrero, Novara, Blua. Espulso al 44'st E.H.Benabid per doppia ammonizione. Al 24'st infortunio al cuneese Scaglia che lascia il campo in barella. Recupero: 1'+6'

 

13/01/2015
Moreno Mariotti - sport@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus