Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Plastipol: a Acqui il veleno in coda

Contro la capolista sconfitta 1-3 per una squadra che se la gioca alla pari ma compromette tutto nelle fasi finali del terzo e quarto parziale. Niente da fare a Caselle per la Cantine Rasore
OVADA - Sconfitta che lascia l’amaro in bocca ma che dà anche alla Plastipol la conferma di essere su una strada incoraggiante. E’ finita 3-1 la gara sul campo dell’Acqui capolista. Brutto solo il finale di una gara molto combattuta e ricca di spunti tecnici di rilievo. Sul 23-22 l’attacco dell’ex ovadese Valerio Graziani è fuori ma viene giudicato buono regalando ai padroni di casa la prima palla match. La protesta degli ovadesi è troppo veemente e induce il direttore di gara a estrarre il cartellino rosso che da solo vale il punto decisivo. “Abbiamo finito male – ha commentato al termine il direttore sportivo Alberto Pastorino – una gara in cui, tolto il primo set, abbiamo giocato alla pari contro avversari molto forti. Peccato per come abbiamo gestito le fasi finali del terzo e del quarto parziale. Avremmo forse potuto raccogliere qualcosa di più”.

Parziali: 25-17, 20-25, 25-23, 25-22. Scivola via veloce il primo parziale. Ma nel secondo la ricezione ovadese cresce consentendo a Nistri di servire con continuità i centrali.La Plastipol rimane sempre davanti e chiude senza particolari affanni. Avanti anche nel terzo parziale i ragazzi di Ravera che però si perdono sul 23-20. Il giro di servizio di Graziani risulta indigesto a Castellari e compagni: arrivano cinque punti in un amen. Il contraccolpo si fa sentire nella quarta frazione con gli ovadesi sotto di sei punti. Ma La Plastipol non demorde, risale e mette la testa avanti sul 23-22. Peccato per il finale già descritto.

Tabellino: Nistri 2, Castellari 12, Morini 14, Capettini 19, Crosetto 12, Baldo. Libero: Bonvini. Ut.: Bisio 5, Romeo. All.: Ravera.

Sconfitta, come da pronostico, anche per la Cantine Rasore che perde 3-0 contro Caselle. Coach Gombi, più che con le avversarie, deve fare i conti con i problemi interni. Non c’è Giacobbe, infortunatasi al ginocchio in settimana, mancano anche Grua e Re, squalificata per un mese per una vicenda legata alla precedente stagione a Arquata. Sul campo finisce 25-16, 25-20, 25-8. “Si è confermato – ha commentato al termine il ds Alberto Pastorino – che le torinese hanno tre elementi assolutamente fuori categoria per questo campionato. La palleggiatrice Sirchia ha fatto ciò che ha voluto, la schiacciatrice Maudino pure. Noi abbiamo lottato dignitosamente per due set, nel terzo abbiamo perso concentrazione”.

Tabellino: Baschiera 3, Volpe 4, Brondolo 6, Fossati 6, S. Ravera 5, Ferrari 2. Libero Lazzarini. Barisone 1, Forlini 1. 

9/11/2015
Redazione - ovadese@alice.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus