Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie D - girone A

Il Castellazzo ritrova i tre punti. Oggi in campo le altre, per tutte dubbi societari

Il Castellazzo ha battuto ieri il Gozzano al "Comunale"; la Novese riceve il RapalloBogliasco, il Derthona la Lavagnese e l'Acqui va a Voghera. A tenere banco, però, sono le tante incertezze dirigenziali
SERIE D - Dopo l'anticipo vincente del Castellazzo di ieri pomeriggio – 1-0 al Gozzano con rete decisiva di Robotti – oggi tocca scendere in campo a Novese, Derthona ed Acqui tutte contro squadre extraregione: due liguri per le gare casalinghe di biancocelesti e bianconeri, trasferta in Lombardia per i termali.

Partiamo dalla Novese che aspetta ormai da quasi venti giorni la presentazione della nuova dirigenza e che nel frattempo ha incassato solo sconfitte: la gara interna con un RapalloBogliasco nei bassifondi della classifica e che solo la vittoria casalinga con il Ligorna di domenica scorsa ha un po' ravvivato potrebbe essere un'ottima occasione per cambiare il destino del proprio campionato. Per l'occasione a Lepore mancherà soltanto Sola per una piccola botta al ginocchio, ma essendo uno degli under il tecnico sarà costretto ad alcune modifiche allo schieramento per far quadrare tutti i conti. Sul fronte societario continua la telenovela sull'arrivo dei nuovi dirigenti, alla quale si è aggiunta la voce che vorrebbe Alessandro Merlin come Direttore Sportivo e non più Michele Piccone come si diceva la settimana scorsa. Per la Novese potrebbe essere un piacevole ritorno del DS che lo scorso anno riuscì a conquistare una salvezza insperata quanto netta grazie anche ad una scelta oculata negli ingaggi.

Il Derthona è in una posizione di classifica relativamente tranquilla dopo le due vittorie di misura nel derby e con il Borgosesia ma affronta quella che storicamente è una delle sue avversarie più temibili: la Lavagnese di Dagnino. Contro i liguri, Calabria potrebbe finalmente recuperare Paolo Scienza vittima di un infortunio muscolare e fermo ormai da quasi un mese e di conseguenza tornare al 4-3-3 che tante soddisfazioni gli stava dando dopo un periodo di assestamento. Trovata finalmente la quadra in difesa con l'inserimento di Mechetti come terzino destro, in continua crescita, i bianconeri potrebbero altrimenti riproporre lo schieramento con quattro centrocampisti visto nelle ultime due gare con la coppia Gilio-Velardi a macinare gioco ed i giovani El Khayari ed Echimov sulle fasce. Anche per il Derthona problemi societari sullo sfondo: Equitalia ha chiesto il fallimento della società bianconera ma il patron Sonzogni predica calma e annuncia che si saprà il da farsi dopo il 26 gennaio, giorno dell'udienza davanti al giudice, quando controllate bene le carte gli esperti di diritto sportivo che stanno seguendo il Derthona sapranno scegliere la strategia migliore.

Infine l'Acqui di Buglio – che gioca un curioso derby in famiglia con il figlio che è il metronomo degli avversari – va in trasferta al “Parisi” contro un OltrepòVoghera in un momento decisamente difficile. Il tecnico sarà squalificato e seguirà la gara dalla tribuna, così come Iannelli, ma per i bianchi che in trasferta finora hanno rimediato solo un punto a Gozzano si preannuncia una gara difficile. Probabile l'impiego al centro della difesa di Anania per lasciare Benabid come esterno destro, liberando così un posto a centrocampo per Delafuente o Castelnovo mentre in attacco la coppia Cesca-Cleur dovrebbe essere riconfermata. Anche la situazione dell'Acqui dal punto di vista societario non è chiarissima, con l'abbandono definitivo delle trattative con il gruppo rappresentato da Michele Delvecchio e la possibile ricerca di un nuovo socio per rafforzare la squadra nel mercato invernale.

Per tutti, fischio d'inizio alle ore 14.30
22/11/2015
Fabrizio Merlo - sport@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus