Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie D - girone A

Derby infrasettimanale in Serie D, a Novi arriva il Derthona

Oggi alle 14.30 in campo le quattro provinciali in Serie D per il turno infrasettimanale. Derby tra Novese e Derthona, l'Acqui a Sestri Levante, il Castellazzo ospita lo Sporting Bellinzago
SERIE D - Turno infrasettimanale per le squadre della provincia impegnate nel campionato di Serie D, e che turno: si parte con il derby di Novi Ligure per arrivare alla difficile trasferta di Sestri Levante per l'Acqui passando per la gara interna del Castellazzo con lo Sporting Bellinzago.

Cominciamo la nostra analisi proprio dal derby di Novi tra i biancocelesti di casa e il Derthona: le due squadre sono divise soltanto da due punti e questo significa inevitabilmente che una giocherà per staccarsi definitivamente dalla zona calda della classifica – per quanto in realtà la Novese sia più vicina ai playoff che ai playout - e l'altra per un sorpasso che comunque rispetto alle perplessità di inizio campionato sarebbe un successo per entrambe vista la posizione di classifica. La gara verrà decisa probabilmente da chi riuscirà a mettere alle spalle meglio i propri problemi: la Novese si presenta in emergenza dopo la giornata di squalifica comminata a Pagano per l'espulsione di domenica scorsa, mentre per il Derthona i problemi maggiori si troveranno a centrocampo dove rientra Diallo – così come Mbodj in difesa - ma mancherà per somma di ammonizioni Velardi. Così per capire come risolveranno le proprie carenze i biancocelesti bisognerà come al solito attendere la formazione comunicata prima della gara perché Lepore è un allenatore che non è solito dare indicazioni su quelle che saranno le proprie scelte al contrario per quanto riguarda il Derthona qualche ipotesi in più è possibile farla: data per certa l'assenza di Sinico che dovuto recarsi a Napoli per un improvviso lutto e di Repetto bloccato dal mal di schiena è molto probabile l'impiego di Scienza che ha quasi completamente recuperato dalla contrattura che l'aveva tenuto fermo per un paio di settimane o addirittura l'inserimento in attacco o a centrocampo di qualche giovane proveniente dalla Juniores. Arbitrerà l'incontro Clerico di Torino, calcio d'inizio alle 14,30 al Girardengo.

La squalifica di La Morte espulso domenica scorsa apre una voragine al centro della difesa dell'Acqui: per risolvere il problema Buglio (nella foto) ha fondamentalmente una sola scelta dal momento che anche Simoncini e Zefi sono oramai lungodegenti: l'alternativa sembrerebbe quella di spostare al centro Benebid che finora aveva parecchio convinto giocando come terzino nonostante la giovane età e di sostituirlo sulla fascia con Morina. A parte questa sostituzione dovrebbe essere confermata la squadra vista sabato a Gozzano e che, contro un'altra formazione di caratura superiore quale il Sestri Levante, come sempre cercherà di dare continuità di risultati alle proprie prestazioni. Nella squadra bianca in attacco il compagno di Cesca dovrebbe essere Cleur coadiuvato sulla fascia destra dalle scorribande di Cerutti, per una coppia di giovani esterni offensivi finora determinante nella serie di risultati positivi recenti ottenuti dai termali.

Non vorremmo abusare del termine parlando di ultima spiaggia per il Castellazzo: dopo il buon pareggio di Rapallo i biancoverdi di Lovisolo si trovano nella condizione di dover affrontare di nuovo in emergenza senza Robotti - che non guarisce dalla distorsione alla caviglia - anche la sfida interna con lo Sporting Bellinzago, una squadra sicuramente robusta e che non a caso naviga nelle zone alte della classifica. Non dovrebbero esserci variazioni clamorose sull'undici già presentato domenica, resta soltanto un dubbio ovvero un ballottaggio fra Limone e Casone per il posto da '97 in campo. Anche per Acqui e Castellazzo il fischio d'inizio è previsto per le ore 14:30.
11/11/2015
Fabrizio Merlo - sport@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus