Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Calcio

Addio anticipato all'Alessandria: Massimo Cerri non è più ds

Dopo Magalini e Sensibile anche Cerri se ne va a campionato in corso. La società comunica che la separazione è avvenuta "con accordo consensuale"
ALESSANDRIA - Una decisione un po' a sorpresa, almeno per la tempistiche con le quali è stata annunciata: Massimo Cerri da oggi, venerdì 1, non è più il direttore sportivo dell'Alessandria. Per il terzo campionato consecutivo la società grigionera non riesce così a terminare la stagione con lo stesso ds. Nel 2017 Pasquale Sensibile prende il posto di Giuseppe Magalini ad inizio maggio, poco prima dei play off, a novembre dello stesso anno Sensibile dà le dimissioni e la carica di direttore sportivo passa proprio a Massimo Cerri (giunto ad Alessandria come collaboratore di Sensibile) che ora, a più di due mesi dall'ultima di campionato, saluta tutti e torna nella sua Piacenza in attesa di altri incarichi. 

Nonostante l'esonero di mister D'Agostino e la strana assenza alla presentazione del neo allenatore Alberto Colombo con Soldati a fare da padrone di casa, era difficile immaginare che il rapporto tra Cerri ed i Grigi potesse concludersi ancora prima della fine del campionato. Molto più scontato pareva invece l'addio a fine stagione. L'emorragia di allenatori e direttori sportivi in casa Alessandria sembra ormai un tratto distintivo di una dirigenza che, evidentemente, fatica ad individuare le figure più adatte per garantire percorsi quantomeno più prolifici e duraturi di quelli finora intrapresi. La società comunica che la separazione tra l'Alessandria e Massimo Cerri è avvenuta "con accordo consensuale". 
1/03/2019
Alessandro Francini - sport@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus