Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie D - girone A

Acqui-Novese è un crocevia per entrambe

Partita in bilico fra due formazioni che stanno cercando ancora una continuità di risultati. All'andata vittoria biancoceleste per 2-0

 

SERIE D - Acqui e Novese si ritrovano di fronte per il derby che all'andata aveva visto trionfare i biancocelesti a sorpresa – per quanto però le quote dei bookmakers li dessero per favoriti – ma dei protagonisti della serata di gala del “Girardengo” oggi in campo ne vedremo pochi; sono infatti cambiati nel frattempo gli allenatori di entrambe le squadre, perchè Buglio ha sostituito Arturo Merlo nell'Acqui e Mango ha preso in mano la Novese dopo le dimissioni di Sterpi, e soprattutto è cambiato l'obiettivo della squadra di casa che non cerca più la vittoria finale come nei proclami del mercato estivo ma sta cercando di portare a termine al meglio questa stagione per gettare le basi del nuovo campionato. Uno sguardo alla classifica non aiuta ad individuare una favorita: sei punti dividono le due squadre ma la Novese delle ultime uscite è apparsa decisamente più in palla dell'Acqui – sia pure con un rendimento in termini di punti guadagnati sostanzialmente simile – e soprattutto dal punto di vista dell'intensità in gara gli ospiti appaiono sicuramente ancora più affamati di vittorie dei termali.

Mister Buglio dovrà fare a meno degli squalificati Emiliano e Cangemi, con Margaglio ancora fermo ai box per infortunio e qualche possibile problema in difesa se non si riuscirà a rendere disponibili per l'incontro né De Stefano né Simoncini; la Novese per la prima volta dopo tanto tempo non ha nessun giocatore squalificato o fermo per infortunio ed a parte il solo Siciliano, che dopo la buona prestazione con il Cuneo ha dovuto lasciare la squadra per motivi familiari con il benestare della società, tutti i giocatori saranno a disposizione del tecnico. Per contrastare la coppia d'attacco Innocenti-Roumadi Mango pensa di riproporre una soluzione tattica simile a quella vista in casa con il Cuneo con il rientro di Ponsat al posto di Siciliano e un posto a centrocampo anche per Cantatore che come la punta classe '95 rientra dopo un turno di stop. Gli esperimenti tattici in casa della Novese non sembrano essere ancora terminati, ma Mango è conosciuto per essere un tecnico paziente e che preferisce tentare nuove strade prima di scegliere un modulo piuttosto che un altro: l'obiettivo della salvezza è più che a portata di mano, e la sconfitta delle ultime quattro squadre in classifica negli anticipi di ieri – fra cui il Derthona che ha ceduto 0-2 in casa al Sestri Levante – permette di affrontare la trasferta all'”Ottolenghi” con un po' più di tranquillità.

 

18/01/2015
Mimosa Magnani - sport@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus