Trisobbio

Trisobbio inaugura il Belvedere con un convegno sul territorio

L’evento si terrà oggi pomeriggio a partire dalle ore 15.30, presso il Castello di Trisobbio che, con la sua torre, rappresenta uno dei punti privilegiati di osservazione sulle colline circostanti che si affacciano sui paesaggi dell’Unesco

TRISOBBIO - Nasce dal desiderio di valorizzare il territorio di confine tra il Piemonte e la Liguria, soffermandosi sulle potenzialità paesaggistiche del territorio monferrino, il convegno organizzato dal Comune di Trisobbio e dall’Osservatorio del Paesaggio Alessandrino – in collaborazione con l’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe - Roero e Monferrato e con il patrocinio della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria – per la presentazione del progetto “L’Occhio del Paesaggio”. L’evento si terrà oggi pomeriggio, venerdì 28 settembre, a partire dalle ore 15.30, presso il Castello di Trisobbio che, con la sua torre, rappresenta uno dei punti privilegiati di osservazione sulle colline circostanti che si affacciano sui paesaggi dell’Unesco. Nel corso della giornata sarà possibile assistere all’inaugurazione del Belvedere recentemente realizzato nei pressi del Palazzo Comunale.

Sarà proprio il fattore visivo, attraverso le osservazioni del territorio, quello determinante per la promozione di azioni finalizzate al monitoraggio del territorio come strumento di coinvolgimento, divulgazione e sensibilizzazione della collettività, attraverso la creazione di una banca dati fotografica georiferita. L’approccio innovativo prevede l’individuazione con modalità “social” i paesaggi più significativi della Provincia di Alessandria, sperimentando in maniera diretta i principi della Convenzione Europea del Paesaggio. La raccolta di fotografie è stata infatti effettuata attraverso il web, con la creazione di una pagina Facebook dedicata e gestita per un periodo sperimentale di 3 mesi. A conclusione dei novanta giorni sono state effettuate indagini statistiche che hanno permesso di individuare, ad esempio, i paesaggi più fotografati o apprezzati, e le principali reazioni da parte degli utenti (sentiment analysis). Si tratta, come detto, di un il progetto pilota, che potrebbe essere replicato in altri territori, per un confronto – per esempio – con i paesaggi piemontesi riconosciuti Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco.

 

 

28/09/2018
Redazione - redazione@alessandrianews.it