Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

Quando cultura fa rima con spazzatura

A cosa mi riferisco? A quel mediocre giornalista di Bruno Vespa che ospita nel suo poverissimo programma il figlio di Totò Riina, mi riferisco a Vittoriana Abate e all'editore che decide di pubblicare il libro di Schettino, condannato a sedici anni per il disastro che è costato la vita a 32 persone, e mi riferisco a tutti coloro che quel libro e i libri di Bruno Vespa hanno acquistato
OPINIONI - Non avrei mai voluto dover scrivere un articolo così. Purtroppo, i recenti avvenimenti mi impongono, e impongono a ognuno di noi, di reagire, di protestare e, cosa più importante, di lottare energicamente e concretamente contro questa dilagante vergogna.
A cosa mi riferisco? A quel mediocre giornalista di Bruno Vespa che ospita nel suo poverissimo programma il figlio di Totò Riina, mi riferisco a Vittoriana Abate e all'editore che decide di pubblicare il libro di Schettino, condannato a sedici anni per il disastro che è costato la vita a 32 persone, e mi riferisco a tutti coloro che quel libro e i libri di Bruno Vespa hanno acquistato. 
In ogni comunità è inevitabile che ci siano le mele marce: tra una moltitudine di persone, di qualsiasi razza o religione, in mezzo alla maggioranza di onesti, troveremo qualche ladro, qualche assassino, qualche strozzino. Spetta, però, a quella maggioranza di persone oneste (anche se nessuno può dirsi senza peccato) isolare e non dare ossigeno agli elementi maligni. Perché è questo che fanno tutti coloro che danno audience al programma di Vespa o acquistano i suoi libri o quelli di Schettino: danno ossigeno al male, ne diffondono il morbo, divenendone complici e vettori. Fermiamoci un istante e facciamo tutti un esame di coscienza. Stando a quanto leggo e a quanto sento, pare quasi unanime la condanna dell'opinione pubblica verso questi soggetti senza scrupoli che, nel nome della cultura e del diritto d'informazione, diffondono spazzatura. Perché di quello si tratta: solo di spazzatura. Ma i libri e il programma di Vespa (che non voglio nemmeno nominare) vanno a ruba. Una volta per tutte, dico basta! Basta gridare allo scandalo e poi sedersi alla mensa dell'empio. Non guardate i loro programmi, non comprate i loro prodotti, quali essi siano! 
12/04/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film