Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Torino

Mobilitazione per Gabriele Del Grande

Mercoledì 19 aprile a Palazzo di Città il raduno per chiedere l'immediato rillascio del giornalista, regista e scrittore, detenuto dalle autorità turche da domenica 9 aprile [AGGIORNAMENTO]
19:00 AGGIORNAMENTO
Oggi, martedì, alle 14.30 Gabriele del Grande è riuscito a chiamare. È la prima telefonata concessa da domenica 9 quando è stato fermato dalle autorità turche al confine nella regione di Hatay. Era in Turchia dal 7 aprile. Dice Gabriele: "sto parlando con quattro poliziotti che mi guardano e ascoltano. Mi hanno fermato al confine, e dopo avermi tenuto nel centro di identificazione e di espulsione di Hatay, sono stato trasferito a Mugla, sempre in un centro di identificazione ed espulsione, in isolamento. I miei documenti sono in regola, ma non mi è permesso di nominare un avvocato, né mi è dato sapere quando finirà questo fermo. Sto bene, non mi è stato torto un capello ma non posso telefonare, hanno sequestrato il mio telefono e le mie cose, sebbene non mi venga contestato nessun reato. La ragione del fermo è legata al contenuto del mio lavoro. Ho subito ripetuti interrogatori al riguardo. Ho potuto telefonare solo dopo giorni di protesta. Non mi è stato detto che le autorità italiane volevano mettersi in contatto con me. Da stasera entrerò in sciopero della fame e invito tutti a mobilitarsi per chiedere che vengano rispettati i miei diritti".

TORINO – Si terrà mercoledì 19 aprile, dalle 14 alle 16 in iazza Palazzo di Città la mobilitazione per Gabriele Del Grande. Il giornalista, regista e scrittore, è detenuto dalle autorità turche da domenica 9 aprile.
Sul balcone di Palazzo di Città sarà appeso lo striscione con la scritta Libertà per Gabriele Del Grande. Gli organizzatori chiederanno al sindaco di Torino di trasmettere al governo nazionale la protesta, pretendendo maggiore impegno concreto e una netta presa di posizione nei confronti del governo turco. La mobilitazione è organizzata da Concertino dal Balconcino.

Del Grande è il fondatore del blog Fortress Europe dove raccoglie dati e notizie sulle migrazioni nel Mediterraneo, è co-regista di Io sto con la Sposa e autore di diversi libri sui fenomeni migratori. Il giornalista è stato fermato mentre faceva ricerche per il suo libro Un Partigiano mi disse, un libro sulla guerra in Siria e la nascita dell'Isis.

18/04/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film