Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Perocchio: "Per vincere nel 2019 il centrodestra deve andare unito"

Primo obiettivo: recuperare tutte le forze che gravitano intorno al centrodestra, per andare insieme alle elezioni comunali del 2019. Il segretario della Lega di Novi Ligure, Giacomo Perocchio vuole tenere tutti dentro la coalizione, a cominciare da Maria Rosa Porta e Andrea Scotto
NOVI LIGURE – Primo obiettivo: recuperare tutte le forze che gravitano intorno al centrodestra, per andare insieme alle elezioni comunali del 2019. Il segretario della Lega di Novi Ligure, Giacomo Perocchio, non vuole «ripetere gli errori del passato», per usare le sue parole. «Al nostro interno abbiamo fatto un grosso lavoro per riavvicinare i militanti che si erano allontanati dopo la diaspora-Moncalvo – spiega il 25enne novese, fresco di abilitazione in medicina e chirurgia – Ora la coalizione deve impegnarsi per raggruppare tutte quelle forze che nel 2014 sono andate per proprio conto, a cominciare da Maria Rosa Porta e Andrea Scotto».

Perocchio non finge distacco: «Il 2019 è vicinissimo e la Lega ha una grande responsabilità, perché i numeri usciti il 4 marzo dalle urne ci hanno assegnato la guida della coalizione. Dovremo stare attenti a non farci male da soli, tenendo presente che le elezioni comunali hanno dinamiche diverse da quelle nazionali».
Sa di avere un pezzo di vittoria in tasca (il centrodestra a Novi ha raggiunto e superato il 39 per cento) ma anche che il ballottaggio è un’incognita: «Preferirei andarci con il Partito Democratico. Penso che in quel caso gli elettori del Movimento 5 Stelle sceglierebbero noi, perché rappresentiamo il cambiamento in una città storicamente governata dalla sinistra».

Sul vero nodo del contendere all’interno della coalizione di centrodestra, vale a dire il nome del candidato sindaco, Perocchio non si sbilancia: «Proseguiremo sul percorso già individuato con Andrea Sisti di Forza Italia ed Enzo Baiardo di Fratelli d’Italia: l’apertura alla società civile. Non ci interessa che sia un “nostro” candidato, se non è quello con più possibilità di vincere». Per la lista dei consiglieri comunali, Perocchio vorrebbe «otto donne e otto uomini che rappresentino davvero la città». Ma bisogna tenere gli occhi aperti, perché in tanti stanno cercando di salire sul Carroccio del vincitore: «Faremo una selezione attenta», dice.

E lo storico sorpasso sul Pd novese? «Merito di Matteo Salvini, che è venuto all’Ilva a incontrare gli operai mentre il ministro del Lavoro Giuliano Poletti si è chiuso in biblioteca per un convegno. Cinque anni fa eravamo al 3-4 per cento, nei gazebo la gente ci insultava per i diamanti di Belsito e le lauree in Albania. Ma i nostri militanti non hanno smesso di crederci, di lavorare e di esporsi pubblicamente. Ora siamo qui». Pronti a dare le carte.
30/03/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile