Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Terzo Valico, un tavolo di discussione a Genova

Venerdì a Genova il sindaco di Novi ha incontrato il commissario governativo per il Terzo Valico dei Giovi, che ha risposto alla lettera inviata la scorsa settimana dal Comune per avere chiarimenti sull'impatto novese del tracciato e sulle opere compensative previste. Intanto, ieri, i no tav hanno manifestato in occasione del passaggio della Milano-Sanremo
Convocata dal Commissario Governativo per il Terzo Valico dei Giovi, Walter Lupi, si è tenuta venerdì a Genova una riunione sul tracciato a Novi. L'incontro si è svolto per esaminare il contenuto della lettera, inviata il 5 marzo scorso dal sindaco, Lorenzo Robbiano, con la quale si richiedeva l'applicazione delle prescrizioni, avanzate nel 2005 dal Comune di Novi e in gran parte recepite nella delibera Cipe del 2006, che approvava il progetto definitivo dell'opera.

All'incontro hanno partecipato i rappresentanti di Rfi (Rete Ferroviaria Italiana), Italferr, Cociv (general contractor), Provincia di Alessandria, il sindaco e il vice sindaco del Comune di Novi. Non era presente la Regione Piemonte, che però ha inviato una nota di pieno sostegno alle richieste novesi, con la quale ribadisce che le prescrizioni del Cipe "condizionano l'approvazione del progetto e quindi la realizzazione dell'opera, pertanto si condivide l'iniziativa del Comune di Novi volta a sollecitare i soggetti interessati ad impegnarsi a dare risposte sia sul progetto in generale che sui progetti esecutivi riferiti ai due lotti costruttivi non funzionali già a suo tempo autorizzati". Anche la Provincia di Alessandria, rappresentata dall'assessore Lino Rava, si è riconosciuta nella posizione illustrata nella lettera del sindaco di Novi.

"Tra i risultati importanti della riunione
- sottolinea il sindaco Robbiano - abbiamo ottenuto l'apertura di un tavolo di discussione tra il Comune di Novi Ligure e Rfi/Cociv, soggetti che realizzeranno il progetto esecutivo dell'opera. Il tavolo accompagnerà tutta la fase di elaborazione del progetto esecutivo stesso, che si svilupperà nei prossimi 12 mesi, e riguarderà le varie richieste avanzate nella delibera approvata nel 2005 dal Consiglio Comunale, nella quale si chiedeva l'eliminazione di parte della nuova linea ferroviaria e, più in generale, l'esame approfondito degli aspetti ambientali e relative modifiche anche in relazione alla cantieristica. Abbiamo sottolineato, inoltre, la necessità che lo scalo di S. Bovo assuma un ruolo importante per lo sviluppo economico di Novi e del novese".

A tal proposito, in base agli accordi procedimentali sottoscritti nel 2005, Rfi si è impegnata parallelamente a definire il ruolo di Novi San Bovo, che il Governo precedente aveva individuato come scalo ferroviario strategico. A tal fine il Comune di Novi metterà a disposizione le analisi e gli studi già sviluppati sull'importanza dello scalo ferroviario stesso. Inoltre, Rfi si è impegnata a sottoscrivere in tempi brevi il protocollo d'intesa per la progettazione propedeutica alla realizzazione delle prime due opere compensative e cioè il nuovo sottopasso di Novi San Bovo (la tangenzialina) e la rotatoria di piazza XX Settembre.

Prossimamente, quindi, saranno programmati gli incontri per avviare il confronto tecnico sui diversi aspetti, oltre a quelli sopra descritti, che riguardano tutte le questioni sollevate dal Comune di Novi nella delibera 2005, in particolare quelle ambientali. 

Intanto, ieri mattina, in occasione del passaggio della corsa ciclistica Milano-Sanremo, un gruppo di "no tav" che fanno parte del Comitato Novese contro il Terzo Valico, hanno manifestato con bandiere e striscioni.
18/03/2012
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film