Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Lercaro: Gian Paolo Paravidino nuovo direttore

Dovrà guidare la transizione verso la nuova organizzazione della casa di risposo dopo le dimissioni del presidente Emanuele Rava. A Alessandria dirige l'Ipab Borsalino
OVADA - Arriva da Alessandria il primo tassello per dare una boccata d’ossigeno per l’Ipab di Lercaro dopo le dimissioni rassegnate dal presidente Emanuele Rava. Da ieri mattina, infatti, l’ente ovadese ha un nuovo responsabile di struttura grazie alla partnership con il Soggiorno Borsalino. E’ Gianpaolo Paravidino (a sinistra nella foto) il successore di Fiorenzo Pola (in carica fino al 30 giugno 2015) e della dottoressa Simona Bellini, con cui è terminata la convenzione semestrale firmata con l’Ipab di Cassine. “Quando si tratta di dare una mano a Ovada non dico mai di no – dice Paravidino, natio e residente in città –. Ho appena incontrato il personale della struttura e non sarò certo io il motivo di cambiamento del loro modo di lavorare. Questo binomio con il Soggiorno Borsalino (al momento ospita 185 “famiglie” con bilancio in avanzo) è un’occasione per tornare a dialogare tra enti, visto che la Regione non offre grande chiarezza da questo punto di vista”.

L’aspetto più spinoso riguarda il futuro a medio/lungo termine, che prevede la trasformazione degli Ipab in Aziende Servizi alla Persona o fondazioni. In provincia di Alessandria sono solo due gli Istituti Pubblici di Assistenza e Beneficenza con un bilancio di 2 milioni e mezzo in grado di trasformare la propria natura giuridica: il Soggiorno Borsalino e l’Ipab di Casale Monferrato, quest’ultimo destinato a diventare una fondazione. “Ci sono strutture troppo piccole per una modifica radicale – dice il sindaco di Ovada, Paolo Lantero – ma attualmente troppo onerose”. L’idea, anche in questo caso, è di guardare al di la dell’Ovadese, lasciando comunque a Paravidino il tempo di indicare la via da seguire. (“Ho chiesto il totale appoggio al territorio per il rilancio della struttura” dice). Possibile che la via sia quella della continuità assistenziale sanitaria per cui sarebbero già stati avviati i primi passi. 

3/03/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Presiodio lavoratori Terme di Acqui
Presiodio lavoratori Terme di Acqui
Maestre senza laurea in presidio sotto la Prefettura
Maestre senza laurea in presidio sotto la Prefettura
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè  "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè "Movie Blues"