Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Castellazzo Bormida

Facino Cane: condottiero che i castellazzesi respinsero

Sabato 26 settembre il convegno “Facino Cane: condottiero e Signore”: per conto dei Marchesi del Monferrato cercò di conquistare Castellazzo con invasioni e saccheggi ma fu sempre valorosamente respinto
CASTELLAZZO BORMIDA - Ricostruzioni. Decimo sonvegno storico su Gamondio e Castellazzo quest’anno sarà riservato al periodo storico tra fine 1300 e primi decenni del 1400, in particolare alla figura di Facino Cane, condottiero e mercenario che più volte, anche per conto dei Marchesi del Monferrato, cercò di conquistare Castellazzo con invasioni e saccheggi, ma sempre valorosamente respinto dai castellazzesi, signore di importanti località lombarde e piemontesi, a lui quindi, è dedicato il convegno da titolo Facino Cane: condottiero e Signore che si terrà sabato 26 settembre nella Sala Consiliare del Comune in via XXV Aprile 108, con inizio alle 16,30. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Castellazzo Bormida in collaborazione con il Circolo Culturale I Marchesi del Monferrato.

Il convegno prende spunto dalla recente pubblicazione del volume Facino Cane. Sagacia e astuzia nei travagli d’Italia tra fine Trecento e inizio Quattrocento, edito dal Circolo Culturale I Marchesi del Monferrato, pubblicato con il patrocinio di Regione Piemonte, Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia, Consiglio Regionale del Piemonte e con il contributo di: Regione Piemonte, Consiglio Regionale del Piemonte, Fondazione Crt, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria. Dopo i saluti ufficiali seguiranno gli interventi di Roberto Maestri, Andrea Scotto, Nadia Ghizzi e Giorgio Marenco.

“Il convegno - sottolinea Roberto Maestri – seguirà la traccia offerta dalle pagine del nostro volume che aiutano comprendere il disegno del condottiero le cui gesta, proseguite senza soluzione di continuità per un trentennio, interessarono circa 240 località italiane, e gli valsero non solo il rispetto dovuto al timore ma anche, e soprattutto, la considerazione dei contemporanei che lo giudicarono come uomo del suo tempo ovvero protagonista di atti sì crudeli ma comuni all’epoca in cui visse; la differenza essenziale fu che Facino Cane, diversamente da altri condottieri, seguì un progetto, magari disordinato, finalizzato alla costruzione di un suo Stato”. Le relazioni saranno accompagnate da proiezioni multimediali.

Il programma, con tutti i particolari, è pubblicato sul sito ufficiale del Comune di Castellazzo Bormida ed è disponibile alla Biblioteca Civica Comunale Poggio. L'ingresso è totalmente libero.
25/09/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile