Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Borghetto e Gavi, case di nuovo a rischio. Viabilità ancora in tilt

In val Borbera nuove ordinanze di sgombero per il rischio di smottamenti o per la chiusura delle strade. Si muove la frana del Monte Moro, sopra Gavi. Ancora chiuse 17 strade provinciali, in particolare nel novese e nell'ovadese
CRONACA – Da lunedì sera sono cessate le precipitazioni ma la variazione di peso delle terra fradicia di acqua sta provocando nuove frane nelle valli duramente colpite dagli eventi alluvionali di ottobre e novembre. A Borghetto Borbera ci sono nuove frazioni isolate e circa 50 case evacuate a San Martino di Sorli, Sabbione, Pessino. “Dopo un sopralluogo dei tecnici del genio civile abbiamo disposto la chiusura delle strade che portano alle frazioni e, nel contempo, abbiamo emesso ordinanza di sgombero per gli abitanti”, spiega il sindaco Enrico Bussalino.
Nel caso di San Martino, le case sono direttamente minacciate da una frana a poche decine di metri del borgo e l’intero nucleo è stato evacuato. A Sabbione e Pessino è la strada ad essere impraticabile: “È percorribile solo dai mezzi di soccorso e dei tecnici”, precisa il sindaco. Compromessa anche la viabilità per Fighetto, “una delle poche frazioni risparmiate dai primi due eventi alluvionali”. Nelle località “blindate” ci sono molte seconde case, aperte solo in estate dai villeggianti, per lo più genovesi, ma anche abitazioni principali. Impossibile sapere quando potranno fare rientro nelle proprie abitazioni: “Siamo disperati, non sappiamo più che fare se non arriveranno risorse”, conclude Bussalino.

A Gavi la situazione non è migliore. Ieri si è mossa nuovamente la collina su cui si erge la fortezza del Barbarossa, ma in un altro punto, su via Barbieri. “Stiamo facendo una nuova mappatura di tutti gli smottamenti insieme ai tecnici del genio civile. La situazione è stabile, ma critica”, dice il sindaco Nicoletta Albano. Finita la pioggia, almeno, potranno riprendere i lavori di messa in sicurezza urgente predisposti dopo l’alluvione del 13 ottobre. Le opere di consolidamento e contenimento erano infatti state interrotte con le piogge di novembre. Resta l’ordinanza di sgombero per circa 34 persone.

Le strade provinciali chiuse sono ancora 17. Particolarmente colpita dai provvedimenti di chiusura la zona novese e quella ovadese. Frane e crolli di ponti sono fra le cause più frequenti. Rimane chiusa la Lomellina, fra Novi e Gavi, a causa di due frane e il crollo di un ponticello. Chiuse anche la provinciale 163 della Castagnola a Voltaggio e la 166 della Val Morsone fra Voltaggio e il passo degli Eremiti, la 160 tra Gavi e Basaluzzo e la 176 tra Gavi e Castelletto d’Orba. Non passa nessun mezzo nemmeno sulla provinciali 168 per Parodi.
L’aggravamento di due diversi smottamenti è all’origine della chiusura delle strade 227 del Rocchino per Melazzo e 220 tra Montechiaro d’Acqui e Pareto.
Garbagna rimane particolarmente difficile da raggiungere, con lo stop al traffico sulla 120 della val Grue, la 123 di Montebore e la 137 Garbagna-Bastita. Prosegue la chiusura della 135 fra Stazzano e Carezzano, oltre alla 118 per Casasco e alla 144 per Grondona.

Gli abitanti della frazione Gnocchetto a Ovada fanno i conti con la chiusura dell’ex Statale del Turchino 456 per la frana di sabato scorso. Per raggiungere Ovada è necessario passare da Belforte, oppure fare il giro dell’oca da Rossiglione, salire sul Termo e scendere da Costa. Proprio a Costa si valuta il terreno sottostante all’abitazione sgomberata domenica sera. Nessuna ordinanza di sgombero è stata emessa dopo il sopralluogo delle autorità competenti, da valutare nei prossimi giorni l’evoluzione della situazione con la famiglia che per ora ha scelto per una soluzione alternativa. Rimane chiusa la 171 per Tagliolo. Problemi anche a Rocca: il paese è raggiungibile solo da Schierano. A Silvano è tornata raggiungibile frazione Pieve, a Lerma la Cirimilla.
19/11/2014
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile