Alessandria

Un pianoforte all'ospedale per musica in corsia: chiunque puņ suonarlo

La famiglia Taulino ha donato un pianoforte in ricordo del figlio Alessandro. E' a disposizione di musicisti e amatori che vogliano allietare i degenti e chi aspetta in sala d'attesa
ALESSANDRIA - Cosa ci fa un pianoforte all'ospedale di Alessandria? Il 'H. Willermann' nero a mezza coda 'parcheggiato' nella sala d'aspetto del reparto di oncologia non aspetta altro che essere suonato.
Non importa se sullo sgabello si sieda un maestro esperto o una giovane allieva, l'importante è che suoni, qualsiasi melodia, aria, sonatina e che le note si facciano sentire fino oltre l'atrio del day hospital oncoematologico.

Lo strumento musicale è stato donato dalla famiglia Taulino in ricordo del giovane Alessandro, scomparso a 21 anni per un brutto male. Il padre Franco è una istituzione nella vendita degli strumenti musicali ad Alessandria, oltre che anima dei Beggar's Farm, tribute band dei Jethro Tull.

L'idea era venuta al dott. Vittorio Fusco che avrebbe voluto donare il suo di piano. Ma alla fine si decise per uno strumento nuovo, più moderno.

Ad Oviglio c'è stata una vera e propria catena di solidarietà per raccogliere i fondi necessari. Sono state organizzate delle camminate nel 2016 e nel 2017 (da Devis Zamburlin con la collaborazione dell'Unione Sportiva e la Pro Loco di Oviglio); soldi ne ha racimolato anche la SOMS e tutto il paese, gli amici di Alessandro.

Un importante contributo è arrivato dalla famiglia del dott. Fusco e dall'amico Filippo Paradiso. “Un grazie al primario di oncologia dott. Gianmauro Numico, alla caposala Antonella Pertino, a tutti i medii e infermieri dei reparti che hanno seguito Alessandro durante la malattia. Grazie anche alla BIOS per il servizio organizzato in occasione dell'inaugurazione del pianoforte”, conclude Franco Taulino. Il 30 novembre il pianoforte è stato inaugurato con il concerto di Enrico Pesce ed Elisabetta Grosso (voce).

Ora è a disposizione di chiunque: "Organizzeremo degli eventi musicali", conlude Franco Taulino, "Soprattutto per gli allievi del Conservatorio e del liceo musicale che vogliano esercitarsi o venire ad allietare i degenti del reparto".
 
17/12/2017
G. P. - redazione@alessandrianews.it