Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Contributi per interventi agli edifici di culto: tre le richieste

Come ogni anno l'amministrazione comunale deve prevedere e stanziare una quota da destinare ad interventi agli edifici di culto che ne fanno richiesta sul territorio comunale. Per il 2018 la quota di oneri di urbanizzazione stanziata è di 50 mila euro. Tre sono state le richieste
 ALESSANDRIA - Una quota spetta a Palazzo Rosso e un'altra alla Regione Piemonte. Così vuole la legge regionale che regola i rapporti intercorrenti tra insediamenti abitativi e servizi religiosi, e che ha introdotto e definito criteri e meccanismi per l'erogazione dei contributi regionali e per l'utilizzo da parte dei comuni di parte dei fondi derivanti dagli oneri di urbanizzazione da destinare al finanziamento di interventi relativi ad edifici di culto. Questa quota di oneri di urbanizzazione per il 2018 da parte dell'amministrazione comunale è pari a 50 mila euro.

Le richieste pervenute sono tre: la Sinagoga di Alessandria 'per “Lavori di ripristino e di restauro conservativo – Soffitti pericolanti della Thevà” per un importo complessivo di quasi 53 mila euro e con la richiesta di contributo di 38 mila euro da dividere tra Comune e Regione (19 mila euro ognuno). Altro ente religioso è la Parrocchia Natività di Maria di Cantalupo per “Lavori di intonacatura oratorio e posa parziale di pavimentazione Chiesa Parrocchiale” per un valore di 24 mila euro e una richesta di finanziamento di 18 mila (9 mila Comune e altrettanti da Regione). Infine la terza richiesta è arrivata dalla Parrocchia di San Michele per “Adeguamento salone polifunzionale alle normative anti incendio vigenti” per lavori che ammontano a 44 mila 500 euro e una richiesta di pari valore a Comune e Regione (22.250 ognuno).

Dopo una valutazione delle richieste, considerando anche che il contributo può essere decurtato delle somme che non si possono ammettere e che va diviso equamente tra i due enti, quello comunale e quello regionale sono state accettate “in toto” le richieste della Sinagoga (19 mila euro) e della Parrocchia della Natività di Maria di Cantalupo (9 mila euro). Decurtata di 250 euro invece la richiesta della Parrocchia di San Michele alla quale è stato concesso un contributo di 22 mila euro, data la disponibilità complessiva del Comune di 50 mila euro a bilancio da destinare agli edifici di culto.
25/02/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film