Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Rivalta Bormida

Tentò di strangolare il parroco, finisce in carcere per le minacce a un testimone

Massimo Giuliano è sotto processo per una grave aggressione del febbraio scorso, quando colpì il parroco del paese, forse per una questione di soldi. All'agricoltore è stato trovato un cellulare in casa, nonostante fosse in regime di arresti domiciliari.
RIVALTA BORMIDA -  Finisce in carcere Massimo Giuliano, il 34enne già sotto processo per aver tentato di strangolare nel febbraio scorso il parroco del paese, don Roberto Feletto. L'uomo era ai domiciliari, ovviamente con l'obbligo di non comunicare con nessuno. 

Ma in questi giorni una dei testimoni del processo a suo carico aveva ricevuto un messaggio minatorio sul cellulare, che faceva riferimento proprio alle deposizioni giudiziarie. E' stato facile risalire a quel numero 'anonimo' e a sequestrare il telefono mobile a Giuliano.

Il tribunale del riesame ha perciò deciso la custodia cautelare in carcere.

 
4/05/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



 Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Gig Economy: in Provincia 1000 profili attivi. Per lo più donne
Gig Economy: in Provincia 1000 profili attivi. Per lo più donne
Gig Economy e sindacato: la posizione della Uil
Gig Economy e sindacato: la posizione della Uil
Il Giro d'Italia arriva a Tortona. Trionfo di Gaviria
Il Giro d'Italia arriva a Tortona. Trionfo di Gaviria
Bozzetti e lavori degli studenti per la realizzazione del "murale contro la violenza"
Bozzetti e lavori degli studenti per la realizzazione del "murale contro la violenza"
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Alessandria domenica 9 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Alessandria domenica 9 aprile