Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Rivalta Bormida

Tentò di strangolare il parroco, finisce in carcere per le minacce a un testimone

Massimo Giuliano è sotto processo per una grave aggressione del febbraio scorso, quando colpì il parroco del paese, forse per una questione di soldi. All'agricoltore è stato trovato un cellulare in casa, nonostante fosse in regime di arresti domiciliari.
RIVALTA BORMIDA -  Finisce in carcere Massimo Giuliano, il 34enne già sotto processo per aver tentato di strangolare nel febbraio scorso il parroco del paese, don Roberto Feletto. L'uomo era ai domiciliari, ovviamente con l'obbligo di non comunicare con nessuno. 

Ma in questi giorni una dei testimoni del processo a suo carico aveva ricevuto un messaggio minatorio sul cellulare, che faceva riferimento proprio alle deposizioni giudiziarie. E' stato facile risalire a quel numero 'anonimo' e a sequestrare il telefono mobile a Giuliano.

Il tribunale del riesame ha perciò deciso la custodia cautelare in carcere.

 
4/05/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè  "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè "Movie Blues"
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello