Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Provincia, le nuove deleghe

Prima seduta del consiglio provinciale dopo le elezioni di secondo grado, redistribuite le deleghe ai consiglieri. E ci si interroga sul futuro dell'ente
PROVINCIA – E' tornato a riunirsi il consiglio provinciale, a palazzo Ghilini, dopo il voto referendario e il rinnovo dell'organismo collegiale, avvenuto a dicembre.
Il presidente Rita Rossa ha distribuito le deleghe tra i consiglieri di maggioranza.
Angelo Muzio viene confermato vice presidente; Carlo Buscaglia si occuperà di edilizia scolastica; al neo eletto Giuseppe Iurato va la delega per caccia e pesca; ad Enrico Mazzoni restano i lavori pubblici; Amelia Maranzana si occuperà di politiche sociali; a Rossella Procopio la delega ai fondi europei e alle politiche giovanili.
Resta il nodo sul futuro dell'ente di secondo grado dopo la bocciatura della riforma costituzionale. Le province restano quindi un ente previsto dalla costituzione ma di fatto svuotato di funzioni, ma soprattutto di risorse, con la riforma di Delrio.
Da destra a sinistra si chiede ora al governo l'apertura di una nuova fase che torni ad affidare alle province quelle competenze, e relative risorse, via via sottratte.
10/01/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Primo cogresso provinciale Uil Tucs dopo 4 anni
Primo cogresso provinciale Uil Tucs dopo 4 anni
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
I carri più belli arrivano da Sezzadio. Ora chiede di diventare il Paese del Carnevale
I carri più belli arrivano da Sezzadio. Ora chiede di diventare il Paese del Carnevale
Presiodio lavoratori Terme di Acqui
Presiodio lavoratori Terme di Acqui
Maestre senza laurea in presidio sotto la Prefettura
Maestre senza laurea in presidio sotto la Prefettura