Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Acqui Terme

In mostra le “Terrene visioni” di Nicola Spezzano

Dal 9 al 24 settembre la mostra a Palazzo Robellini. Chiusa la mostra di Chagall con oltre 8500 visitatori
ACQUI TERME - Sabato 9 settembre alle 18.30 si inaugura a Palazzo Robellini (piazza Levi 5) la mostra dell’artista Nicola Spezzano Terrene visioni, organizzata dall’Associazione Culturale Orizzonte di Roma e da Casa Grassi Serole, in collaborazione con il Comune di Acqui Terme – Ufficio Cultura. Nicola Spezzano è nato a Pallagorio (KR) il 14 febbraio 1956. Vive e lavora a Roma, insegna Decorazione all’Accademia di Belle Arti. Svolge da anni un’intensa ricerca espressiva che mobilita soluzioni diverse e materiali vari; ha dedicato infatti un’attenzione specifica anche alla scultura. Nell’ambito della pittura il paesaggio ha una risonanza preminente; da qui parte una serie di rilievi concettuali che collocano l’uomo (anche se solamente alluso all’interno delle sue tele) al centro della dinamica esistenziale della natura. Ha realizzato numerose mostre in Italia e all’estero (Slovenia, Danimarca, Stati Uniti, Germania, Malta, Finlandia, Olanda). Nicola Spezzano in virtù della trascorsa attività di cartografo, accoglie da pittore, la sfida costituita dal tradurre in termini pittorici la problematica della misurazione dello spazio attraverso il paesaggio. Un paesaggio metaforico, misura di tutte le cose, che si dà nella molteplicità delle proprie possibili interpretazioni: assoluto e dinamico proprio perché si conforma a superfici e spessori variabili o a moduli componibili, aderisce agli oggetti ma sa ridursi in scala sino al minimo calligrafico, sulla costa di un libro.

La mostra Terrene visioni è stata inaugurata per la prima volta il giorno 3 agosto 2016, presso l’oratorio dell’Ex Confraternita di San Bernardino a Serole (At) in collaborazione con il Comune di Serole e la Pro Loco di Serole. Successivamente è stata esposta a Roma c/o il Teatro Testaccio dal 18 maggio all’8 giugno 2017. Lo scorso 15 luglio 2017 è stata esposta presso l’Ex Confraternita dei Battuti di Bubbio, in collaborazione con il Comune di Bubbio. La mostra resterà aperta fino al 24 settembre con ingresso libero l martedì e dal giovedì alla domenica dalle 15 alle 19.

Nel frattempo la mostra antologica è finita con un risultato eccellente. Con 8.606 biglietti e 395 cataloghi venduti, la mostra di Marc Chagall ha chiuso i battenti domenica 3 settembre in linea nei numeri con la scorsa antologica dedicata a Dalì: con la vendita di un centinaio di cataloghi in più e un incasso di 82.941 euro. Curata dall’architetto Adolfo Francesco Carozzi, la mostra è stata organizzata in collaborazione con The Art Company di Pesaro. 120 opere che hanno spaziato dalla pittura, dove erano presenti le sue più ricorrenti icone, alle ceramiche che hanno fuso magnificamente una pratica antica con i temi inconfondibili dell'artista, fino alla grafica, che per la qualità del colore sono apparse come incisioni dipinte.
“È stato centrato l’obiettivo – dichiara l’Assessore alla Cultura Alessandra Terzolo – grazie all’impegno che hanno messo in campo gli uffici comunali, i ragazzi delle visite guidate e gli addetti alla biglietteria. Voglio ringraziare i nostri sponsor che hanno permesso questa manifestazione. Ora siamo in contatto con enti e fondazioni bancarie per trovare nuovi finanziamenti e portare un’alta offerta culturale ad Acqui Terme”.
9/09/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macall? "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macall? "Movie Blues"
Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Arti tra le mani
Arti tra le mani
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè  "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè "Movie Blues"
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello