Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

I sindaci disertano l'assemblea, Provincia senza bilancio

E' mancato il numero legale all'assemblea dei sindaci che doveva approvare il bilancio provinciale. A breve ci sarà una nuova convocazione. Se dovesse mancare nuovamente il numero legale che accadrà all'ente? Per la minoranza di centro destra è conseguenza di "un pasticcio tutto interno al Pd"
PROVINCIA - Sarebbero bastati 65 sindaci su 190. Se ne sono presentati meno di 50 e non se ne è fatto nulla. E' mancato il numero legale sufficiente per votare il bilancio della Provincia di Alessandria che, a questo punto, rischia di avere mani e piedi legate. 
Dopo la riforma Delrio, infatti, lo statuto della Provincia prevede che il documento contabile principale debba essere approvato oltre che dal Consiglio provinciale anche dall'assemblea dei sindaci. 
L'assemblea sarà ora riconvocata ma il segnale di "distacco" del territorio da palazzo Ghilini è un elemento da tenere in considerazione.
Intanto, nei corridoi del palazzo, ci si chiede cosa potrebbe accadere se, anche in seconda convocazione, non dovesse essere raggiunto il numero legale. 
Non solo: le elezioni amministrative imminenti in alcune città della provincia, tra le quali il capoluogo Alessandria e Acqui Terme, potrebbero sparpagliare ulteriormente le carte
Il nuovo ordinamento prevede infatti che possano sedere in consiglio provinciale solo chi è già amminsitratore nei comuni della Provincia. 
La mancata approvazione del bilancio e le prossime elezioni potrebbero quindi mettere a rischio, più di quanto non sia già, la sopravvivenza di palazzo Ghilini. 
Critica la minoranza di centro destra: “L’Ente non ha compreso le esigenze dei Comuni che hanno risposto con un’assenza massiccia, non consentendo per la prima volta di approvare il bilancio”.
Alla prossima riunione senza numero legale per la Provincia si spalancheranno infatti le porte del Commissariamento.
“Un pasticcio tutto interno a casa Pd per il quale le Istituzioni vengono dopo la ragione di Partito. Il “complotto” in salsa mandrogna che ha portato il 70% dei Sindaci del territorio a disertare la seduta pare sia nato dalle stanze dal piano nobile di Palazzo Ghilini, dagli uffici del Gruppo del Partito Democratico”. dichiarano i capigruppo di minoranza, che aggiungono “Può una guerra di potere interna alle stanze di un partito danneggiare le istituzioni?”

Situazione diversa ma esito uguale nel corso dell’approvazione del bilancio della seduta del 27 aprile, propedeutica a quella “fallita” dell'altro giorno. Dalle parole dei capigruppo di minoranza emerge una forte bocciatura dei conti dalla Presidente Rossa, relativamente al consuntivo presentato nell'Aula del Consiglio Provinciale. 
Per i 5 consiglieri del centrodestra Barosini, Gualco, Pagliano, Riboldi e Sciaudone si tratta di "un bilancio ragionieristico, senza attenzioni di carattere politico amministrativo che avrebbero contribuito ad alleviare, almeno parzialmente, le gravi difficoltà che i Comuni stanno vivendo. Abbiamo le strade che sono un colabrodo, la situazione frane e dissesto idrogeologico non riceve risposte adeguate alla gravità delle situazioni in essere. L'Area Unesco è abbandonata, senza interventi da parte della Provincia che dovrebbe anzi considerarla un fiore all'occhiello. La manutenzione degli edifici scolastici è al lumicino, l'Assistenza ai Comuni inesistente. La situazione delle Province italiane" - proseguono unitariamente gli esponenti della minoranza - "è grave a causa della sciagurata riforma a marchio Pd, Renzi - Del Rio. Nella nostra Provincia la situazione è anche più grave. Basta allontanarsi di qualche Km dai confini provinciali per vedere come la situazione ad Asti, Pavia, Vercelli non sia la stessa. 60 anni di governo dei soliti noti hanno portato a questo, se fosse un'azienda privata o un piccolo comune l'ente sarebbe già al dissesto. Siamo qui per fornire ai nostri Amministratori Locali e ai cittadini un'alternativa." 
 

4/05/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



 Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Gig Economy: in Provincia 1000 profili attivi. Per lo più donne
Gig Economy: in Provincia 1000 profili attivi. Per lo più donne
Gig Economy e sindacato: la posizione della Uil
Gig Economy e sindacato: la posizione della Uil
Il Giro d'Italia arriva a Tortona. Trionfo di Gaviria
Il Giro d'Italia arriva a Tortona. Trionfo di Gaviria
Bozzetti e lavori degli studenti per la realizzazione del "murale contro la violenza"
Bozzetti e lavori degli studenti per la realizzazione del "murale contro la violenza"
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Alessandria domenica 9 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Alessandria domenica 9 aprile