Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Acqui Terme

Discarica di Sezzadio, il sindaco Lucchini: "Dal ministro Costa risposte concrete"

"Non dobbiamo farci illusioni, tuttavia abbiamo compreso che dal Governo si farà tutto il possibile per aiutarci" ha dichiatato il sindaco di Acqui Terme Lorenzo Lucchini dopo l'incontro con il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa
ACQUI TERME - Nella mattinata di mercoledì 21 il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha incontrato ad Acqui Terme i sindaci della Valle Bormida contrari alla discarica di Sezzadio ed alcuni rappresentanti dei comitati ambientali. Costa si è detto disponibile a verificare le legittimità degli atti e dei procedimenti legislativi che nel febbraio del 2016 hanno portato all'autorizziazione all'inizio dei lavori nell'area di Cascina Borio a Sezzadio. Così Lorenzo Lucchini, primo cittadino della città termale, ha commentato l'esito del confronto con il Ministro dell'Ambiente:
Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha risposto positivamente alle nostre preoccupazioni offrendo una piena collaborazione istituzionale per verificare la legittimità degli atti e dei procedimenti legislativi emessi dalla Provincia di Alessandria fino al 2016. Siamo riusciti così a ottenere un prezioso supporto per la nostra lotta contro il progetto di una discarica a Sezzadio, che sarebbe costruita sopra la nostra falda acquifera.

Sono già stato a Roma qualche settimana fa, con il presidente della Provincia Gianfranco Baldi, a incontrare i tecnici del Ministero, in questa prima riunione abbiamo sottoposto all’attenzione del Governo le nostre principali preoccupazioni di carattere ambientale. Oggi abbiamo ricevuto delle risposte concrete e realistiche dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che ha dichiarato il suo supporto, seppur di fronte a un regime autorizzatorio già completato. Non dobbiamo farci illusioni, tuttavia abbiamo compreso che dal Governo si farà tutto il possibile per aiutarci.

Personalmente ho condiviso con il ministro Sergio Costa che bisogna far prevalere la ragione, il buon senso e il rispetto degli interessi di intere comunità, considerando che negli anni passati sono state fatte scelte incomprensibili che hanno concesso autorizzazioni idonee per la costruzione di un discarica industriale per soddisfare gli interessi di pochi. Solo due anni fa, seguendo il principio di precauzione, si sarebbe potuto fermare tutto non firmando quelle carte. Ci sono responsabili che hanno un viso e una faccia.

Sono molto orgoglioso che grazie al lavoro di tutti siamo riusciti a portare all’attenzione della cronaca nazionale il problema di quest’opera. Come territorio è importante iniziare a discutere dei paletti legislativi, affinché non si possa più riproporre una situazione del genere. La nostra parola d’ordine deve essere precauzione. In tal senso vanno attivati tutti i percorsi più efficaci e condivisi al fine di adottare soluzioni politiche che non permettano in futuro di costruire altre installazioni sulla nostra falda acquifera.
23/11/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film