Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Discarica di Sezzadio, i Comitati di Base: "Da Acqui e da Roma quattro mesi di silenzio"

A quattro mesi dall'incontro pubblico con il ministro Costa tra i comitati anti discarica inizia a serpeggiare un certo malumore. Per Vicente 'Urbano' Taquias, coordinatore dei Comitati di Base, la battaglia a difesa della falda acquifera "non è più una lotta di base" a causa della "progressiva strumentalizzazione" a livello politico
PROVINCIA - Dal 21 novembre scorso, ovvero dall'incontro pubblico in Comune ad Acqui Terme tra il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa e i portavoce dei Comitati ambientali che dal 2011 si oppongono alla realizzazione della discarica di Sezzadio sotto la quale giace la più vasta falda acquifera della provincia, in sostanza, non si sono più avuti aggiornamenti di rilievo. Solo pochi giorni prima della visita del Ministro nella città termale, sabato 17 novembre, a Sezzadio si era svolta la 'Marcia per l'acqua' organizzata dai comitati territoriali - Sezzadio Ambiente, Comitati di Base e Comitato Agricoltori - che oltre ai tanti cittadini della Valle Bormida e ai movimenti No Tav e Terzo Valico aveva visto la presenza di una troupe di Striscia la Notizia. Il lungo corteo si era concluso proprio davanti al cantiere avviato dalla ditta Riccoboni a Cascina Borio, già da diverse settimane occupato da camion ed escavatori.

Ora, dopo quasi quattro mesi di stallo, tra i comitati inizia a serpeggiare un certo malumore. Per qualcuno, in particolare per Vicente 'Urbano' Taquias (foto sotto), coordinatore dei Comitati di Base della Valle Bormida, attorno alla questione 'discarica di Sezzadio' si sarebbe generata "una progressiva strumentalizzazione" a livello politico, che avrebbe portato a "scaricare su Roma, sul Ministero, il proseguimento di quella lotta da cui, come è stato ribadito per anni, i colori della politica dovevano stare fuori". 

Il coordinatore dei Comitati di Base lamenta inoltre il preoccupante silenzio da parte delle istituzioni, locali e nazionali: "Fino ad oggi né il Ministro dell'Ambiente (portato ad Acqui per volere del M5S e degli altri comitati) né il sindaco Lucchini hanno mai fatto sapere niente ai diretti interessati. Nel frattempo la Riccoboni è andata avanti indisturbata nella costruzione della discarica di Sezzadio a Cascina Borio e tutto questo nell'indifferenza generale". Quella dei comitati della Valle Bormida, “è sempre stata una lotta di base – sostiene Taquias - per la gente, insieme alla gente, dalla parte della gente”, lontana da qualsiasi logica di partito o di tornaconto personale. Sul banco degli imputati i rappresentanti locali del Movimento 5 Stelle, secondo colui che per tutti è da sempre semplicemente ‘Urbano’, rei di aver consegnato la vicenda discarica “in mano ai politici” e di averne “snaturato la lotta”. Per questi motivi, “i Comitati di Base non sentono più di potersi fare garanti di una lotta che si è ormai spostata lontana dal nostro territorio” si legge nel comunicato comparso su Facebook, “da ora in poi saranno altri a dover rendere conto dell'esito di una lotta di cui nulla, a quasi quattro mesi di distanza dall'arrivo ad Acqui del ministro Costa, si è più saputo (o voluto far sapere)”. 

Intanto, da novembre ad oggi nei terreni di Cascina Borio gli scavi sono andati avanti ed ora sono quasi giunti al termine. Ciò che resta in sospeso è il via libera al conferimento dei rifiuti, che non sarà possibile fino a quando la conferenza dei servizi della Provincia non ridiscuterà il progetto per la nuova tangenziale richiesta dalla Riccoboni Holding per il transito dei camion che dovranno smaltire i rifiuti della ditta 'Grassano' di Predosa (proprietà dell’azienda con sede a Parma) nella discarica di Cascina Borio. Ad ogni modo, è molto probabile che l'iter procedurale rimarrà in sospeso almeno fino alle elezioni regionali del 26 maggio. 
13/03/2019
Alessandro Francini - redazione@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film