Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Sezzadio

Beatrice Arnera premiata come attrice emergente: "Sezzadio, il mio guscio magico"

Tanto Monferrato (Alto e Basso) al gLocal Film Festival di Torino. Filmaker in gara, omaggio a Tenco, ma soprattutto Beatrice Arnera, attrice emergente originaria di Sezzadio
SEZZADIO – E’ il suo ‘guscio magico’, il luogo in cui rifugiarsi. Sezzadio è il paese di nascita di una giovane attrice, ma già con un curriculum corposo. Beatrice Arnera verrà premiata al 18° gLocal Film Festival di Torino. A lei è andato quest’anno il Premio Prospettiva, proprio per sottolineare il giovane talento che sta iniziando a farsi valere e conoscere nel mondo del cinema. 

L'attrice sarà protagonista della serata di mercoledì 6 marzo al Museo del Cinema - Massimo, in occasione della premiazione e della proiezione, in collaborazione con Fox Italia, delle prime puntate della prima stagione di Romolo + Giuly di cui l’acquese è nel cast. 

Sono molto grata e felice per tutto quello che sono riuscita a conquistarmi fino ad oggi”, commenta parlando del premio, “Resto un’inguaribile curiosa della vita, quindi l’unico augurio che sento di fare a me stessa è di non smettere mai di essere curiosa!”.

Arnera è un nome ben noto in paese, Pier Luigi, l’ex sindaco (e già editore del quotidiano La Padania) è suo padre. “Sezzadio, è un luogo al quale sono profondamente legata, sia per mio padre che ci vive, chiaramente, ma anche perché è il guscio magico all’interno del quale ho trascorso le estati più meravigliose della mia infanzia e dove tutt’ora mi rifugio appena ho qualche giorno di pausa dal lavoro”, ci racconta, “Roma, oggi, rappresenta la città che mi ospita, la città in cui vivo e lavoro, di cui sono egualmente innamorata per ragioni di natura diverse”.

Beatrice è vissuta in quella che definisce una ‘famiglia colorata’ (che ama molto), già con l’arte nel DNA: “Mia mamma è una cantante lirica, ho passato i primi anni della mia vita in giro con lei nei più bei teatri d’Italia e d’Europa. Credo sia una fortuna immensa, nascere e respirare quell’aria fin da piccoli. E io mi sono avvicinata così, spontaneamente, come un gioco fatto di travestimenti e osservazione”.

Questa edizione del gLocal Film Fest è molto monferrina, anche per altri aspetti: la serata di chiusura, domenica 10 marzo sarà sulle note di Luigi Tenco, cui la serata è dedicata, con la proiezione del film La cuccagna di Luciano Salce, in cui il cantautore alessandrino fa la sua prima apparizione cinematografica. In più, nella sezione competitiva Spazio Piemonte sono due i cortometraggi che vedono come luogo di riprese delle location alessandrine: The Ancient Child di Fabrizio Polpettini girato a Vignale Monferrato e Ancora padre ancora figlio di Vincenzo Carusogirato a Casale Monferrato.
 
7/03/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film