Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia e Lavoro

Anche i giovani avvocati sentono la crisi, rinasce l'associazione per under 40

Avvocato non vuol dire più prestigio e benessere, almeno per i giovani che entrano senza avere le spalle coperte. La crisi ha colpito anche loro. Eppure non ci sono mai stati così tanti principi del foro come in questi anni
ECONOMIA E LAVORO - Si è da poco ricostituita ad Alessandria l'Associazione Giovani Avvocati che raggruppa gli under 40 dei liberi professionisti forensi. “l'Associazione in Italia esiste dal 1966, ma da poco abbiamo rinnovato le cariche perché mai come negli ultimi anni l'avvocatura è di fronte ad una svolta epocale”, afferma il presidente, l'avv. Silvio Bolloli, riconfermato per il biennio 2018/19, ultimo mandato perché poi non sarà più 'giovane'.

“La professione è cambiata radicalmente: eravamo abituati all'idea passata dell'avvocato come una determinata figura sociale di prestigio, con un ruolo importante nella società e di conseguenza un adeguato reddito”.
Fino al primo decennio del 2000, insomma, gli avvocati erano ancora professionisti di un certo rilievo, già dal primo incarico. Poi la crisi, per tutte le libere professioni: “Due i fattori collegati che hanno cambiato il panorama: da una parte abbiamo raggiunto il massimo storico come numero di avvocati, dall'altra la crisi generalizzata non ha aiutato i nuovi entrati nel mondo forense a crearsi una base lavorativa come i colleghi seniores”.

Bolloli è particolarmente critico anche con il sistema giudiziario italiano, e se lo dice uno che frequenta quotidianamente i Palazzi, c'è da preoccuparsi: “Normazione inadeguata, macchina burocratica inefficiente, leggi inadeguate alla domanda di giustizia dei cittadini”. Ma sopratutto: “Norme scritte male che vengono sempre cambiate, giustizia amministrativa invasiva...”.

Il bilancio non è roseo, ed è per questo che l'AIGA potrebbe avere un ruolo importante. Oltre al presidente Bolloli, è stata eletta Vice Presidente avv. Monica Sozzi, segretario avv. Antonella Zocco. Avv. Edoardo Armano è il tesoriere della sezione di Alessandria. Il nuovo direttivo è composto dagli avvocati Gianni Abrile, Claudio Falleti, Luca Amerio, Alessio Caniggia.

I principini del foro 'riuniti' (Alessandria, Tortona, Acqui) sono circa un migliaio, i 'giovani' sono circa il 35/40%.

“Lo scopo dell'associazione è aiutare i giovani alle prese con questo cambiamento generazionale, l'AIGA fornisce supporto logistico, crea relazioni a livello nazionale – recentemente a Rimini si è svolto il congresso nazionale – e fa formazione”. Dopo i seminari sul processo telematico e sull'omicidio stradale, il 23 febbraio si terrà, in collaborazione con i medici legali, l'incontro professionale sull'obbligo di referto.
5/02/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Premiati i vincitori del concorso “Acqua, gocce di vita”
Premiati i vincitori del concorso “Acqua, gocce di vita”
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Albero sradicato dal vento contro 2 auto: nessun ferito
Albero sradicato dal vento contro 2 auto: nessun ferito